INFO LINE: 375 5575405 (anche wathsapp)
orario 10.30/13.00 -17.30/20.00 - Presidenza 393 3757734
 

INFO POINT TURISTICO

Dal 30 marzo 2016, gestiamo su incarico del Comune, l'INFO POINT TURISTICO COMUNALE.

Per contatti, informazioni e VISITE GUIDATE DELLE CITTA, contattateci al numero 375 5575405

Piazza Trieste n.8 - PALAZZO PALMIERI - TRANI

Uffici aperti tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.00 

Angelo

Angelo

Presidente della Pro Loco Trani
"La difficoltà non sta nel credere nelle nuove idee, ma nel fuggire dalle vecchie"
URL del sito web:

Spunta un Monolite a Trani, come nello Utah...

  • Pubblicato in
  • Pubblicato in Evidenza

E dopo lo Utah un altro misterioso monolite argentato alto di oltre tre metri è stato rinvenuto questa sera in una non meglio identificata zona, nei pressi del porto di Trani, saldamente piantato nel pavimento in pietra. A scoprirlo è stata una squadra del dipartimento per la sicurezza pubblica statale che stava effettuando una ricognizione dell’area in elicottero per controlli di routine. «In genere voliamo a bassa quota per controlli, e stavolta ci siamo imbattuti in questo strano monolite metallico », ha raccontato il portavoce del dipartimento che lunedì ha rivelato al pubblico l’esistenza di questo «oggetto insolito»

nella foto i primi curiosi giunti sul posto. Attendiamo sviluppi.

-------------------------------

 

Siamo sicuri di averti strappato un sorriso in questo momento non propriamente allegro.

Vi aspettiamo a Trani perchè anche senza il monolite, sicuramente c'è molto da vedere...

A presto

Turenum Pro Loco Trani.

qui il link del monolite  trovato nello Utah

 

Faccincani: Mostra personale a Palazzo Palmieri - Info Point

  • Pubblicato in
  • Pubblicato in Evidenza

Athos Faccincani regalerà a Trani una personale molto particolare: “Il Mediterraneo e la sua luce”.

La mostra si terrà presso Palazzo Palmieri, in Piazza Trieste, dall'11 al 28 luglio: l'artista sarà presente sabato 11 luglio e domenica 12 luglio dalle ore 11:00 alle ore 23:00 per incontrare i suoi collezionisti.

Ore 10-13.30 / 17.30-23.00
Ingresso libero
(Obbligatorio l’uso della mascherina
max 4 persone per volta)

L’artista veronese presenterà circa 20 dipinti ad olio tra i più rappresentativi del nostro territorio.

C’è chi l’ha definito maestro della natura, maestro del colore, della bellezza e chi ne ha parlato come il pittore che ha portato il turismo nel quadro. Tutti appellativi che limitano l’opera inconfondibile di Faccincani. “Oggi la vivacità cromatica delle opere del maestro Faccincani è fortemente legata al Sud della nostra Italia e la Mostra costituisce un appuntamento importantissimo per apprezzare attraverso i paesaggi la cifra espressiva e pittorica che ne fa un tutt’uno con il territorio, con i suoi colori e il profumo del nostro Mediterraneo” Nella dichiarazione di Giuseppe Marrone, filosofo a critico d’arte, facilmente si intuisce lo strettissimo legame del maestro con Il Sud Italia. Il maestro Faccincani afferma che: “Dipingere è avere la voglia di dare un’anima al luogo, di infondergli la gioia, la luce, il sole, i colori; perché debba parlare di sé a chi lo guarda esprimendo, attraverso la mia fantasia, il suo sogno”. È per questo forse che i quadri del Maestro, e la sua pittura impressionista, sono conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. “Io amo particolarmente il nostro Sud, terra di cultura e di grandi paesaggi naturali. E sono molto legato al Mediterraneo per le sue bellezze autentiche, come ne ho viste in poche parti del mondo. Ma anche per la sua luce, per l’ottima cucina, e per la particolare cordialità".

“Il Faccincani nell’estensione del suo animo che è l’atto pittorico abbraccia con forza e carica espressiva il paesaggio che pone il fatto di un innamoramento, di una dedizione a questo soggetto che tramuta spinte emotive sospingendole verso l’alto cielo dell’atto pittorico stesso. Un cielo di costellazioni fatte di sogni e proiezioni di movimenti mnemonici che segnano una storicità, la vita del maestro, fatta di narrazioni concretamente volte ai fatti esistenziali del senso della vita stessa. Un moto che possiede la solidità espressiva di imprimere alla pennellata l’evocatività del ricordo, lo stigma di un sogno del passato, l’onirico che incontra se stesso e si fa forma”. Così suggerisce ancora Giuseppe Marrone.

 
 
Sottoscrivi questo feed RSS
Color I Color II Color III Color IV Color V Color VI